15 - 17 maggio 2019 - Power2Drive Europe a Monaco di Baviera

Power2Drive Europe è la fiera specialistica internazionale dedicata alle infrastrutture di carica e
all'elettromobilità. Qui trovano voce le opportunità e le necessità legate alla svolta energetica nel settore del
traffico. L'attenzione è concentrata sulle soluzioni e tecnologie infrastrutturali per una mobilità pulita e sulle
batterie per la propulsione di veicoli elettrici.

La prima edizione della fiera Power2Drive Europe si è svolta nel 2018 nella cornice di The smarter E Europe, convincendo subito
espositori e visitatori. 148 fornitori hanno presentato le proprie innovazioni nel campo
delle infrastrutture di ricarica e dell'elettromobilità, mentre la Power2Drive Europe
Conference e l'ees & Power2Drive Forum hanno approfondito gli argomenti più attuali
del settore. Circa 47.000 visitatori da 155 paesi hanno partecipato a The smarter E
Europe. La nuova fiera specialistica Power2Drive Europe si è concentrata
sull'integrazione dell'elettromobilità nel sistema delle energie rinnovabili. La produzione
e la distribuzione energetica sono invece temi affrontati della fiera Intersolar Europe
mentre ees Europe è l'appuntamento per il settore degli accumulatori. Power2Drive
Europe è la piattaforma per la mobilità ecologica ed EM-Power la fiera dedicata allo
sfruttamento energetico intelligente in edifici pubblici, privati e in ambito commerciale.
Nel complesso The smarter E Europe affronta le sinergie che si creano tra i settori
attraverso l'interconnessione dei comparti elettricità, calore e mobilità, portando a molte
nuove idee e strategie di business innovative.
Uno dei momenti clou è stato alla vigilia della fiera con il Conference Opening Keynote di Michael
Liebreich, fondatore di Bloomberg New Energy Finance, Regno Unito, che ha offerto ai numerosi
partecipanti un approfondito e interessante sguardo sulle tendenze globali di un mondo in cammino
verso le energie rinnovabili. I cambiamenti sono già iniziati e saranno enormi. Nei prossimi anni
arriveranno centinaia di migliaia di veicoli elettrici e milioni di stazioni di ricarica, metà dei quali
grazie a iniziative private. Già nel 2030 la quota di veicoli elettrici potrebbe rappresentare circa un
terzo di tutti i mezzi di nuova immatricolazione in tutto il mondo. Altrettanto elevato sarà il
fabbisogno di energia. L'estensione delle infrastrutture di ricarica, lo sviluppo di soluzioni per il
caricamento, metodi di pagamento, nonché modelli commerciali innovativi e facili da utilizzare sono
stati quindi i temi dominanti della fiera e della Power2Drive Europe Conference. "L'e-mobility ha un
ruolo essenziale nel mondo dell'energia del futuro. Anche se è ancora ai blocchi di partenza c'è già
un mercato enorme dietro", afferma Jonas Mägdefessel, project manager di Kreisel Electric. "Nel
2018, in particolare, si dovranno creare parchi di colonnine con oltre 96 punti di ricarica. L'obiettivo
è il loro controllo intelligente e la gestione del carico in combinazione con accumulatori e grandi
parchi fotovoltaici ed eolici."


L'infrastruttura di ricarica: un fattore chiave
Se l'elettromobilità vuole arrivare a una svolta, la velocità di ricarica deve aumentare in modo
significativo. Per questo molti produttori stanno lavorando a soluzioni innovative per la ricarica ad
alta potenza fino a 350 kilowatt, il cosiddetto High Power Charging. Anche Porsche Engineering
vede nei sistemi di ricarica a 800 volt una tecnologia chiave. La casa automobilistica ha quindi
sviluppato insieme al fornitore di accumulatori e batterie ADS-TEC un sistema di ricarica rapida a
320 kilowatt in corrente continua, presentandolo alla fiera.
Anche la conferenza si è concentrata su sistemi di ricarica e stazioni di ricarica ad alta potenza. Ralf
Martin Müller, project manager ricerca e sviluppo, Storage- and E-Mobility Solutions di ENERCON
GmbH, ha presentato nel suo intervento come le stazioni di ricarica rapida possano essere
integrate nella rete energetica e quali effetti avranno sulla rete elettrica.
Thomas Gereke, Senior Management Consultant e-Mobility di Siemens AG, ha fornito una
panoramica sullo stato attuale e sugli sviluppi dell'infrastruttura di ricarica per la mobilità elettrica
in Europa. Molto si è discusso anche su come le stazioni di ricarica possano essere integrate in
un'infrastruttura esistente. "Power2Drive Europe offre la migliore combinazione di tutte le
componenti necessarie per una svolta energetica intelligente nel settore dei trasporti. È qui che si
svolge la vera interconnessione tra tecnologie solari, di accumulo e di ricarica", afferma Carla
Serinek, Marketing Parkstrom GmbH. "La mobilità elettrica può dare un contributo importante
all'utilizzo razionale dell'energia auto-prodotta in futuro. Attualmente costituisce una delle modalità
di trasporto più sostenibili".

Elettromobilità significa molto più della semplice elettrificazione delle auto
Non solo automobili: l'elettrificazione riguarda anche le barche da escursione, i traghetti e gli yacht
così come le due ruote, i quadricicli leggeri, i veicoli speciali, i veicoli industriali, gli autobus e
persino i primi aerei ed elicotteri. Espositori e partner di Power2Drive Europe hanno offerto una
panoramica sulla varietà dell'elettromobilità in una esposizione speciale. Ha riscosso molto
interesse anche il test drive con quadricicli leggeri. Qui i visitatori potevano scoprire e provare ad
esempio cargo bike, scooter e una grande varietà di altri veicoli con propulsione elettrica.
Il mercato futuro per i veicoli elettrificati è enorme. L'Università tecnica di Monaco (TUM) prevede
circa 8 milioni di veicoli elettrici solo in Germania entro il 2030. Attualmente sono circa 130.000.
Prerequisito per tale diffusione sono stazioni di carica e di carica veloce capillari. Entro il 2030 in
Germania saranno circa 4,7 milioni, incluse 200.000 stazioni di ricarica rapida e 2,5 milioni di
postazioni presso sedi private. Il confronto: a settembre 2017 le stazioni pubbliche disponibili erano
4.730.

Il nuovo concetto "The smarter E Europe" ha dimostrato la propria validità
Quest'anno, per la prima volta The smarter E Europe ha fatto da cornice contestuale per le quattro
fiere, le conferenze e i forum correlati, promuovendo sinergie tra gli argomenti produzione di
energia rinnovabile, distribuzione, accumulo e sfruttamento intelligente delle energie. L'intero
ventaglio della proposta ha raccolto molti consensi tra espositori e visitatori. "La risonanza che
abbiamo ricevuto è molto buona, le reazioni sono state ottime e ovunque abbiamo avuto la
conferma di essere sulla strada giusta", afferma Markus Elsässer, amministratore delegato di Solar
Promotion GmbH. Daniel Strowitzki, amministratore delegato di Freiburg Wirtschaft Touristik und
Messe GmbH & Co. KG, aggiunge: "Come organizzatori siamo molto soddisfatti e attendiamo con
impazienza The smarter E Europe 2019."

Per maggiori informazioni consultare il sito web:
www.PowerToDrive.de/en
www.TheSmarterE.de/en



P

Share