Euro Pipeline Equipment: vince le sfide all’insegna dell’innovazione e sceglie la sicurezza Brigade Elettronica

Euro Pipeline Equipment S.p.A. è una giovane realtà piacentina che produce macchine posatubi per i più importanti progetti di pipeline a livello globale.
La recente fondazione della società (2014) non deve trarre in inganno: Euro Pipeline Equipment S.p.A. è già un nome affermato e lavora abitualmente con i contrattisti di maggior rilievo in tutto il mondo. Si è aggiudicata, difatti, la fornitura di pipelayer per due impianti strategici in Arabia Saudita e Turchia. Il primo, Tanap (Trans Anatolian Pipeline), collegherà le riserve del Mar Caspio alla rete europea; il secondo, Fadhili, trasporterà il gas dal Golfo Persico al Mar Rosso.

Per entrambe le commesse Euro Pipeline Equipment S.p.A. si è affidata alla sicurezza di Brigade Elettronica, leader da oltre quarant'anni in sistemi di sicurezza veicolare, appunto, montando il suo nuovo sistema radar di rilevamento ostacoli Backsense® che segnala la presenza di ostacoli in un'area variabile tra 3 e i 30 metri di lunghezza e tra i 2 e i 10 metri di larghezza e che funge da sistema anticollisione. Euro Pipeline Equipment S.p.A. ha deciso di installarne addirittura due, uno frontale ed uno posteriore, ambedue nella versione top di gamma programmabile, che permette anche di escludere oggetti fissi o elementi della carrozzeria. Il sensore è solido, resistente alle vibrazioni ed alle alte/basse temperature, nonché impermeabile ad acqua, fumo, sabbia, polvere e fango; si collega ad un display alloggiato in cabina che, a sua volta, è di semplice lettura, con cinque LED corrispondenti alle cinque zone intorno al mezzo, che consentono di individuare immediatamente la parte a rischio collisione. Backsense® prevede, inoltre, un avvertimento sonoro, con un cicalino regolabile da 65 a 90 dB, per essere udito negli ambienti rumorosi.
Va sottolineato che, se per il progetto Fadhili tale sistema andava obbligatoriamente montato per essere a norma, per Tanap è stata una scelta di Euro Pipeline Equipment S.p.A., che ha voluto garantire la massima sicurezza, ben oltre i requisiti minimi necessari.
Euro Pipeline Equipment S.p.A., infatti, è molto attenta alle esigenze di cantiere, con particolare riguardo alla salvaguardia degli operatori, e recepisce immediatamente le richieste dei clienti, arrivando addirittura ad anticiparle. Parte del suo successo è legato proprio alla prontezza con cui accetta, e vince, le sfide più difficili. Così è nato il Performer GPL 980 e così Euro Pipeline Equipment S.p.A. sta proseguendo nella sua crescita continua.

Dinamica e intraprendente, l'S.p.A. deriva dalla fusione di una preesistente Euro Pipeline Equipment s.r.l., che si rivolgeva sostanzialmente al mercato italiano, con Iron Component, che fabbrica strutture in conto terzi: l'unione di queste due società ha dato vita ad una nuova azienda di respiro internazionale, che si sta strutturando per garantire una presenza più diretta (già conta un ufficio in Messico e delle rappresentanze in Algeria, Russia, Argentina, Pakistan), pur mantenendo, comunque, la base nella sede italiana.
Uno dei principali punti di forza di Euro Pipeline Equipment S.p.A. è la produzione completamente interna, che comporta una considerevole riduzione dei costi, rendendo le macchine veramente competitive per rapporto qualità/prezzo, ed offre la possibilità di mostrare i prototipi ai committenti e variarli in corso d'opera. E' stata persino allestita un'area test adiacente allo stabile del quartier generale, per verificare le prestazioni dei mezzi ed, eventualmente, apportare delle modifiche.
Il posatubi Performer GPL 980 è il frutto di questo studio costante: è un'esclusiva brevettata di Euro Pipeline Equipment S.p.A. ed è stato sviluppato, su una specifica richiesta, appositamente per essere smontato; da foglio bianco, è diventato realtà ed è unico nel suo genere, poiché se ne possono scomporre facilmente braccio, contrappeso, cingoli e corpo centrale e, quindi, può essere trasportato in container.

Il Performer GPL 980 è solo l'inizio: a breve Euro Pipeline Equipment S.p.A presenterà la versione più snella da 70 tonnellate. Per migliorare l'aspetto della sicurezza e della visibilità, inoltre, sta vagliando il sistema di visione a 360 gradi di Brigade Elettronica, Backeye®360 Select, ovvero quattro telecamere che, grazie ad un software intelligente, riproducono nel monitor le riprese di ognuna, riunendole in un'unica immagine con visuale dall'alto del mezzo, azzerando in tal modo gli angoli ciechi.

Che la scelta ricada su Backeye®360 Select, oppure sulle due telecamere solitamente installate sul lato sinistro per vedere lo scavo, Euro Pipeline Equipment S.p.A., comunque, per vincere le proprie sfide e continuare a riscuotere consensi, punterà di certo sulla sicurezza e sulla qualità Brigade Elettronica.

 

Share