Acciaio: per fare architettura disegnando lo spazio in cui vivere

Siderval: profili speciali in acciaio estrusi a caldo per l'architettura mondiale

L'architettura contemporanea si sta evolvendo sempre di più verso forme complesse e audaci, è una continua sfida a realizzare progetti sempre più ambiziosi e tecnicamente complessi con strutture snelle e ampie superfici trasparenti.
Le soluzioni che prevedono l'uso di profili in acciaio estrusi con sezioni non standard nascono in risposta alle esigenze dei progettisti di realizzare particolari costruttivi articolati, soprattutto quando sono necessarie elevate caratteristiche meccaniche di resistenza che l'alluminio non è in grado di sostenere. Sezioni con forme e finiture superficiali particolari vengono utilizzate nelle parti più esposte dell'edificio, a contatto diretto con il visitatore, come la lobby o il basamento.
Il processo di estrusione a caldo dell'acciaio è una tecnologia flessibile che permette di ottenere molteplici vantaggi come la possibilità di realizzare sezioni molto complesse non ottenibili con processi alternativi, di risparmiare materiale nella realizzazione delle sagome, con costi attrezzature ridotti e l'opportunità di ordinare quantitativi limitati rispetto alla laminazione (minimo 500 kg per singolo ordine, con la possibilità di produrre anche solo una barra prototipo prima di lanciare la serie).
Nonostante questa tecnologia sia ancora poco conosciuta in ambito architettonico, gli elementi estrusi in acciaio offrono incredibile versatilità, coniugando esigenze estetiche e innovazione tecnologica, permettendo al progettista di esprimere la propria creatività, migliorando al contempo la funzionalità delle scelte progettuali.
Infatti, l'acciaio consente una perfetta integrazione tra idea architettonica e progetto strutturale grazie all'utilizzo di elementi costruttivi snelli e con un ridotto ingombro; assicura qualità e durabilità oltre la vita utile dell'edificio.
Le capacità di assorbimento e dissipazione dell'energia sismica, oltre che le caratteristiche di snervamento e duttilità delle strutture in acciaio anche ad alta temperatura sono garanzie di sicurezza di fronte al rischio di incendio e terremoti.
Inoltre, l'acciaio è sostenibile: è composto da materiale riciclato circa al 70% ed è riciclabile al 100% e infinite volte.
I profili estrusi Siderval trovano applicazione architettonica principalmente nelle facciate continue, ma non solo (basti pensare alla barriera di protezione della Biblioteca Nazionale in Francia e dell'Olympic Park Bridge di Londra, come anche ai profili per opere civili come i giunti per i ponti o le palancole).

SIDERVAL
Fondata nel 1972 a Talamona, in Provincia di Sondrio, sede attuale dell'attività produttiva, Siderval S.p.A. è un'azienda leader a livello internazionale nel settore dell'estrusione. I profili sono realizzati su misura, in stretta collaborazione con il cliente. Ad oggi sono state realizzate più di 6000 sagome differenti con uno svariato range di materiali: acciai al carbonio, legati, inossidabili, superleghe a base di nichel. È inoltre in grado di estrudere profili in titanio.
I prodotti estrusi di Siderval sono applicati nel settore delle costruzioni civili e meccaniche, ma anche in campo aeronautico, energetico, chimico e petrolchimico, alimentare, farmaceutico e altri.

 

268 ORCHARD ROAD SINGAPORE
LUOGO: Singapore
ARCHITETTO: Raymond Woo & Associates Architects
PROGETTO DELLA FACCIATA: HDA TEAM - HDA
ANNO: 2015
MATERIALE PROFILI: AISI 316L
Orchard Road rappresenta gli “Champs Elysées” di Singapore, un’area di continuo fermento architettonico ed economico. È in questo scenario che i profili estrusi di Siderval hanno trovato una delle più importanti applicazioni.
Ispirato alle piramidi del Louvre, il progetto di 268 Orchard Road nasce come un segno distintivo rispetto agli altri edifici presenti nella via e vuole rappresentare il gioiello di Orchard Road. Tre volumi di vetro inclinati si sviluppano uno sopra l’altro, arretrando progressivamente. I livelli superiori offrono spazi per ristoranti e negozi, mentre al piano terra un ampio atrio centrale si apre verso la strada accogliendo i visitatori. I pannelli di vetro sono serigrafati secondo uno schema variabile, mentre i pannelli di copertura del tetto forniscono una protezione solare aggiuntiva, oltre a fornire piattaforme di manutenzione. L’obiettivo raggiunto era di garantire estrema trasparenza e luminosità per tutta l’altezza dell’edificio e sfruttare al massimo le superfici disponibili. Lo scheletro portante è costituito da una griglia sottile di profilati estrusi in acciaio inossidabile AISI 316 LN, che Siderval ha fornito in barre da 3,2 fino a 5 m, successivamente lavorate, satinate e montate in opera. Il sistema di montanti e traversi è rinforzato da una rete di cavi 3D precompressi. Gli elementi del tetto hanno una luce di 20 m e acquistano rigidezza grazie ai sistemi di cavi che garantisce stabilità contro i carichi del vento. Questa soluzione progettuale ha permesso di eliminare completamente le colonne, garantendo una superficie completamente libera internamente creando un layout interno estremamente versatile.
Grazie alla presenza di un sistema di protezione antincendio e rivelatori di fumo, i profili estrusi non hanno avuto necessità di essere protetti dall’incendio, mettendo a nudo la naturale bellezza dell’acciaio inossidabile.

REICHSTAG DOME BERLINO
LUOGO: Berlino, Germania
ARCHITETTO: Norman Foster
ANNO: 1997
MATERIALE PROFILI: S355
La cupola del Reichstag si è trasformata rapidamente in un simbolo della nuova Berlino: all’interno, due rampe elicoidali portano alla piattaforma di osservazione sopra la sede plenaria, elevandoli simbolicamente sopra le teste dei loro rappresentanti politici. La cupola ha una altezza di 23,5 m ed un diametro di 40 m; pesa 1200 tonnellate di cui 700 tonnellate per la struttura d’acciaio, ed è rivestita da due strati di vetro interposti da uno strato intermedio di vinile di stagno. La rampa elicoidale, di larghezza libera di 1,6 m, funge da anello d’irrigidimento per la cupola.
Tutti gli elementi della cupola, compresi la rampa, l’enorme cono centrale e la piattaforma, sono sorretti dalla struttura esterna. Siderval ha fornito proprio i profili della trama metallica esterna. Sono due profili estrusi in acciaio al carbonio a forma di U sagomato, successivamente saldati per formare una sezione tubolare. La trasparenza è il principio guida dell’intervento di ricostruzione. L’elettore ordinario, o il turista straniero, arrivando dall’entrata ad ovest del Reichstag, hanno una vista attraverso la Camera dei Deputati in cui il Parlamento può essere in sessione.

UNIQUA TOWER
LUOGO: Vienna, Austria
ARCHITETTO: Neumann
ANNO: 2005
MATERIALE PROFILI: Fe 360C
Il profilo fornito da Siderval è stato utilizzato nella facciata della torre. Si tratta di una T con una cava ovale, così da rendere il profilo tubolare in acciaio al carbonio.

ONE WORLD TRADE CENTER
LUOGO: New York, USA
ARCHITETTO: SOM, David Childs Skidmore,
Owings & Merrill
ANNO: 2006-2012
MATERIALE PROFILI: 316L
One World Trade Center è un’icona audace che illumina il vuoto dello skyline lasciato dalle Torri Gemelle. L’edificio vuole rappresentare il futuro e la speranza, in contrapposizione all’adiacente World Trade Center Memorial. I due profili in acciaio inossidabile sono stati usati per il sistema di supporto regolabile per l’apertura e la chiusura degli elementi frangisole presenti sul podio dell’edificio. Dopo l’estrusione le barre sono state trafilate per migliorare le superfici e le tolleranze di accoppiamento dei due profili uno dentro l’altro.

BIBLIOTECA NAZIONALE DI FRANCIA
LUOGO: Parigi
ARCHITETTO: Dominique Perrault Architecture
ANNO: 1995
MATERIALE PROFILI: AISI 316 LN
La biblioteca è iniziata come la più ambiziosa di una lunga serie di progetti architettonici, i Grands Projets, guidati dal presidente François Mitterand negli anni ‘80 e nei primi anni ‘90. Accanto all’Istituto del mondo arabo, al Parc de la Villette, alla famosa Pyramide al Louvre e altri, questi progetti miravano a creare una nuova serie di monumenti moderni per una città definita dalla sua architettura. La barriera di protezione tutto intorno al complesso dei quattro edifici è costituito da profili a U e T, estrusi da Siderval.

 

 

 

 

 

Share