Nuovo percorso ciclopedonale Gorgonzola-Melzo

Il sindaco Stucchi firma la convenzione che sblocca 1.465.380 euro di finanziamento garantiti da Tangenziale Esterna SpA per la realizzazione dell'opera. L'importo è comprensivo degli oneri di progettazione

Il Comune di Gorgonzola ottiene i fondi necessari per potenziare la mobilità dolce della Martesana con un'infrastruttura aggiunta dalla Concessionaria all'elenco degli interventi ambientali compresi nel Progetto A58-TEEM perché fortemente voluta dal territorio. Il tracciato parte dalla ciclabile lungo il cavalcavia di via Parini e si connette al sottopasso protetto della Padana Superiore
Sarà la Giunta ad appaltare i lavori entro l'anno e ad assicurarne il completamento entro il 2018


Il sindaco di Gorgonzola Angelo Stucchi e il direttore d'esercizio di A58-TEEM Federico Lenti hanno firmato stamattina, presso la sede di Tangenziale Esterna SpA (via Fabio Filzi 25), la convenzione che, di fatto, sblocca l'erogazione da parte della Concessionaria di 1.465.380 euro necessari per realizzare il nuovo percorso ciclopedonale (1,7 chilometri di sviluppo) tra i Comuni di Gorgonzola e di Melzo.
L'Amministrazione ha, quindi, centrato l'obiettivo rappresentato dalla disponibilità dei fondi da investire sul potenziamento della mobilità dolce locale, garantendo idonee condizioni di sicurezza e la diffusione di sistemi di mobilità sostenibile con i vantaggi in termini ambientali derivanti dalla riduzione delle emissioni inquinanti e del miglioramento della qualità dell'aria, attraverso la costruzione di quest'infrastruttura verde che la Concessionaria ha aggiunto all'elenco degli interventi ambientali direttamente connessi ad A58-TEEM proprio in considerazione dell'interesse manifestato per l'opera dal territorio della Martesana.
Il tracciato partirà, in corrispondenza della strada per Melzo, dalla ciclabile lungo il cavalcavia di via Parini, già realizzata dal Consorzio Costruttori TEEM nell'ambito dell'ammodernamento cui è stata sottoposta la «Cassanese». Si svilupperà, poi, per un primo tratto a ovest della Roggia Bescapera, con andamento parallelo a quest'ultima, e successivamente a est della suddetta roggia fino alla minirotatoria prevista in corrispondenza di via Parini (zona Molino Nuovo) per poi collegarsi a via degli Abeti raccordandosi, infine, all'esistente sottopasso protetto alla «Padana Superiore», anch'esso oggetto di riqualificazione per quanto concerne i tratti riservati a pedoni e ciclisti.
In base alle intese siglate da Stucchi e da Lenti, spetterà alla Giunta provvedere, entro fine 2017, all'appalto dei lavori, e assicurare, per la fine del 2018, il completamento del collegamento; Tangenziale Esterna SpA, dal canto suo, erogherà 1.465.380 euro ritenendoli comprensivi sia dei costi derivanti sia dalla progettazione, che verrà affidata ai tecnici di CCT, sia degli espropri, che saranno eseguiti dal Comune.
«Gorgonzola e Melzo - spiega il primo cittadino di Gorgonzola Angelo Stucchi - desideravano da molto tempo disporre di una pista ciclopedonale per permettere di percorrere in sicurezza questo collegamento tra le nostre due città. Oggi con la firma della convenzione avviamo il processo che la realizzerà. Questo è possibile perché siamo stati capaci di superare vecchie logiche amministrative che guardavano solo all'interesse proprio, anziché assumere la dimensione della sovracomunalità come elemento per governare il territorio. Solo insieme, amministrazioni e operatori privati, possiamo vincere le sfide che il tempo della globalizzazione e dell'individualismo pongono alle nostre comunità e al nostro territorio. È una pista ciclopedonale che unisce e che contribuirà a incrementare l'estensione e la fruizione della rete di collegamenti verdi dell'Alzaia Martesana tra centri abitati e servizi pubblici presenti nelle due città».
«La firma odierna conferma che l'ottica corretta per inquadrare A58-TEEM è quella dell'infrastruttura-sistema costituita non solo da 32 chilometri di Autostrada e da 38 di nuove Provinciali e Comunali ma anche da nove Progetti Speciali Ambientali fruibili a piedi o in bicicletta - aggiunge il direttore di esercizio di A58-TEEM Federico Lenti -. La costruzione del percorso ciclopedonale tra Gorgonzola e Melzo, inizialmente non prevista, porterà, inoltre, a oltre 40 chilometri la rete di mobilità dolce integrata ad A58-TEEM nel rispetto degli impegni assunti con il territorio in sede di Accordo di Programma».

 

 

Share