Mecalac lancia il Revotruck: il dumper più sicuro ed ergonomico del mercato

Mecalac ha progettato il Revotruck, un dumper unico nel suo genere che combina la rotazione della cabina con eccezionali capacità fuoristrada.

Già vincitore di cinque premi, tra cui il prestigioso Red Dot Design Award "Best of the Best" (uno dei concorsi di design più rinomati al mondo, il cui massimo riconoscimento è il "Best of the Best"), il Revotruck si basa sul successo della gamma di dumper per offrire il dumper più sicuro ed ergonomico del mercato.

Mecalac reinventa il concetto per creare una macchina sicura, intuitiva e funzionale al 100%. 

Sebbene i dumper siano innegabilmente un mezzo efficace per il trasporto di grandi quantità di materiali, sono anche responsabili di quasi un terzo degli incidenti legati al trasporto nei cantieri. La frequenza degli incidenti è particolarmente elevata sulle macchine di peso superiore a 6 tonnellate ed è ancora più preoccupante poiché la quantità di materiale trasportato nel cassone limita la visibilità durante il movimento. Per ridurre al minimo questo rischio, il team di ricerca e sviluppo di Mecalac ha effettuato un'analisi approfondita dei cantieri, individuando nella visibilità, nella stabilità e nella manovrabilità i problemi principali. Queste osservazioni sono state la forza trainante della creazione del Revotruck, un concetto innovativo sviluppato da zero per affrontare in modo proattivo queste sfide.

È il primo dumper a disporre di una cabina rotante, compresa la postazione di guida. Con una visibilità a 360 gradi, il Revotruck rivoluziona il modo di lavorare con i dumper, portando la sicurezza e il comfort dell'operatore a un livello mai raggiunto prima.

I cinque criteri principali che rendono questo dumper una macchina rivoluzionaria:

  • Visibilità: visuale a 360°. La cabina rotante offre una visibilità ottimale in tutte le direzioni, consentendo così agli operatori di mantenere la massima concentrazione sul lavoro e sull'ambiente circostante e di conservare una posizione ideale e confortevole.
  • Accessibilità: la rivoluzione da tutti i lati. La cabina è dotata di quattro ampi punti di accesso ad ogni angolo della postazione di guida, che garantiscono un accesso sicuro e agevole indipendentemente dall'orientamento della cabina.
  • Mobilità: una rivoluzione nella struttura. Il telaio rigido - che è intrinsecamente più sicuro di un telaio articolato perché i punti di appoggio rimangono costanti - è completato da quattro ruote uguali. È dotato di modalità di sterzo commutabili (2 ruote sterzanti, 4 ruote sterzanti, andatura a granchio) che gli consentono di lavorare con agilità in spazi ristretti e con un raggio di sterzata dimezzato rispetto ai dumper articolati tradizionali.
  • Ergonomia: rotazione con la semplice pressione di un pulsante. Poiché gli operatori sono al centro della progettazione del Revotruck, abbiamo reso possibile la rotazione della cabina con la semplice pressione di un pulsante. In questo modo gli operatori mantengono sempre una postura corretta ed evitano problemi alla schiena, eliminando le posizioni di lavoro in cui la schiena e il collo subiscono delle torsioni.
  • Stabilità: la forza dell'agilità. Dotato di un telaio rigido a 4 ruote sterzanti ispirato ai trattori per terreni scoscesi, il Revotruck offre una stabilità eccezionale. Il collegamento centrale tra le due parti del telaio offre un'oscillazione fino a 20°. Le due parti oscillanti del telaio seguono la morfologia del terreno in modo indipendente, garantendo stabilità e trazione permanente su tutti i tipi di terreno.

Sono disponibili due dimensioni: il Revotruck da 6 tonnellate e il Revotruck da 9 tonnellate.

"Siamo orgogliosi di aver creato questo dumper rivoluzionario che incarna la nostra esperienza e l'innovazione del Gruppo. Oltre alla sua tecnologia avanzata, fornisce soluzioni concrete alle sfide incontrate sul campo, dando prova così della nostra capacità di comprendere i nostri clienti e di convertire le loro esigenze e sfide in soluzioni tangibili", spiega Alexandre MARCHETTA, Presidente del Gruppo Mecalac.

 

Guarda il video in 3D qui