La scelta che salva la vita

Nella cava Scandinavian Stone di Vånga, a Kristianstad, in Svezia, il parabrezza RABS di Hammerglass ha salvato la vita a Jörgen Stjernkvist quando la cabina del suo escavatore è stata colpita da un masso di 10 tonnellate staccatosi all'improvviso dal fronte di cava

Un ragazzo che ha seguito le orme del padre. Jörgen Stjernkvist è un operatore di macchine movimento terra da oltre 40 anni. Ha iniziato nel 1978 ed è ormai vicino alla pensione. Ha scelto quello che per lui è sempre stato un settore entusiasmante in cui lavorare e ha potuto guidare una grande varietà di macchine nel corso degli anni. Naturalmente, e fortunatamente, al pari delle macchine anche la sicurezza è migliorata molto con il tempo.

Nella cava Scandinavian Stone di Vånga, a Kristianstad, in Svezia, tutti sanno cosa può succedere se si verifica un incidente e non vi è dubbio alcuno che, operando in un settore particolare come quello estrattivo, la differenza tra la vita e la morte spesso dipende dalle misure di protezione preventive messe in atto.
"Ho lavorato sodo per tutta la vita e sono stato risparmiato dagli incidenti. Certo, sono stato esposto a scheggiature e vetri rotti, ma non mi è mai successo niente di così grave. Ora mi resta solo un anno e mezzo prima della pensione. Dopo quello che è successo sono ancora più grato per le piccole cose della vita. La situazione sarebbe potuta essere completamente diversa, lo capisco quando vedo la foto con il masso e la macchina. In realtà ero seduto all'interno con solo un parabrezza a separarmi da quel terribile masso, solo un parabrezza che però è stato in grado di salvarmi la vita".

Jörgen pulisce spesso, e da anni, i fronti esplosi con dinamite, quindi sa come affrontare la situazione, ma tutti possono avere giorni sfortunati e in un normale lunedì di lavoro è successo che un grosso blocco di granito si è staccato inaspettatamente dal fronte ed è crollato al suolo sbriciolandosi in più parti. La cabina di Jörgen è stata colpita da una pietra di ben 10 tonnellate.

Come sottolinea: "Non ho avuto il tempo di pensare fino al momento in cui tutto è finito, l'unica cosa che avevo in testa dopo era la gioia di essere sopravvissuto. Pulire il fronte di esplosione della dinamite - prosegue - non è un compito insolito per me, ma questo particolare masso aveva una lunga fessura che andava verso l'interno e verso l'alto, invisibile ad occhio nudo. E mentre stavo lavorando, il blocco si è staccato ed è caduto. È successo tutto in una frazione di secondo. Un attimo prima il masso era attaccato sulla parete, un secondo dopo ha colpito il mio parabrezza, a una velocità incredibile dato il peso. Non ho nemmeno avuto il tempo di capire cosa fosse successo. Fortunatamente l'escavatore era dotato di classe di protezione 3, che significa protezione dell'intera cabina. Un sistema di protezione che include la soluzione Hammerglass RABS. Il masso aveva una forma appuntita nella parte anteriore, il che lo rendeva ancora più pericoloso.

La punta ha fatto rientrare un po' il parabrezza anteriore, ma poi si è fermato. Senza Hammerglass RABS, penso che mi avrebbe schiacciato".
Anche il Responsabile di Cava presso Scandinavian Stone, Sven Jönsson, non ha dubbi: "l'incidente di Jörgen conferma di aver scelto la giusta soluzione di sicurezza adatta all'ambiente in cui lavora la macchina e Hammerglass RABS ha fatto la differenza.
La sicurezza per noi viene sempre prima di tutto - sottolinea Sven - il nostro obiettivo è trovare e utilizzare la tecnologia e il metodo migliori, maggiormente adatti alle nostre esigenze in ogni luogo di lavoro".

Perché avete scelto Hammerglass?
Dal momento che nessuno può garantire che il loro prodotto "fornisca una protezione sufficiente", né le autorità né i produttori sono stati in grado di aiutarci, così ho fatto la mia analisi in cui sono partito dalla selezione dei materiali e dalla costruzione di base, con le mie conoscenze sui materiali polimerici e vetro. La resistenza all'urto del policarbonato è nota, quindi questo è stato decisivo.

Cosa ne pensa ora di Hammerglass RABS, dopo l'incidente di Jörgen?
Siamo ovviamente molto grati che il parabrezza abbia retto! In relazione a ciò, abbiamo avviato la nostra revisione delle analisi dei rischi e stiamo studiando quali misure possiamo adottare per rafforzare, soprattutto, la protezione in caso di una massiccia frana direttamente sulla cabina.
Malin Påhlsson è designer e responsabile normativo presso Hammerglass ed è stata sul sito a Vånga per vedere con i suoi occhi come si è comportato il telaio RABS dopo l'incidente. "Si trattava di forze estreme in un ambiente di lavoro rischioso - afferma - Gli standard odierni non corrispondono a tutti i rischi a cui possono essere esposti i parabrezza di sicurezza, quindi poniamo requisiti sempre più elevati per i nostri prodotti. L'Autorità Svedese per l'ambiente di lavoro richiede che l'operatore di macchinari negli ambienti di cava sia protetto dalla caduta di pietre. Spetta al datore di lavoro eseguire un'ampia analisi dei rischi, che tenga conto dell'ambiente in cui opera la macchina e del tipo di attività lavorativa svolta. Anche l'incidente più piccolo possibile rappresenta comunque un potenziale pericolo per l'operatore e dovrebbe influenzare la scelta della soluzione di sicurezza. L'Autorità Svedese per l'ambiente di lavoro fa riferimento anche al fatto che un tetto di protezione per una cabina deve essere in grado di sopportare un peso di 227 kg da un'altezza di 5 metri. Il telaio Hammerglass RABS è testato come un tettuccio di sicurezza, sebbene lo standard corrispondente per una protezione frontale richieda solo la metà di quella forza d'impatto. Il motivo per cui Hammerglass pone al prodotto requisiti più elevati del necessario - continua Påhlsson - è perché riteniamo che gli standard odierni non corrispondano ai rischi reali a cui la protezione può essere esposta. Una frana può cadere con la stessa facilità sulla parte anteriore della macchina come al di sopra di essa e il telaio RABS dovrebbe anche proteggere il conducente da schegge da esplosione".

Nel caso dell'incidente di Jörgen si può affermare che il telaio è stato molto probabilmente esposto a una forza di gran lunga superiore a quella a cui si riferisce l'Autorità Svedese per l'ambiente di lavoro e che il sistema in questo caso ha resistito per più di quanto promette. È un punto positivo per Scandinavian Stone che ha valutato correttamente l'analisi del rischio e ha deciso di scegliere la migliore protezione possibile per il contesto in cui opera.
Aver scelto Hammerglass ha fatto sì che l'operatore sia potuto uscire illeso dalla cabina. Una scelta, dunque, in grado di salvare la vita.

 

Hammerglass RABS
Un vetro per veicoli utilizzato in ambienti di lavoro estremamente gravosi deve soddisfare determinati requisiti, sia in termini di prestazioni che di sicurezza. RABS è la designazione per i parabrezza indicante che soddisfano una combinazione di norme di sicurezza internazionali. Una soluzione classificata RABS assicura la conformità ai requisiti di protezione personale nei lavori con rischio di esplosivi non detonati e caduta di pietre e nelle applicazioni di estrazione in cava. Hammerglass in un telaio di acciaio soddisfa i requisiti RABS.
Per essere marcati "RABS Approved", i vetri devono superare tutti e quattro i seguenti test:

R43 Regolamento ECE n. 43 (R43). Una serie completa di test per parabrezza, inclusa la protezione antigraffio, la protezione UV e l'allungamento. Obbligatorio per tutti i veicoli.
AXE Oggetto affilato (EN 356, P8B), un test in cui lo schermo resiste a 72 colpi di un'ascia montata su una macchina, senza che l'ascia penetri nel vetro.
BLAST Onda d'urto alla detonazione (EN 13124-2, EXR 2), un test in cui 3 kg di TNT vengono fatte detonare ad una distanza di 3 metri da uno schermo montato su un telaio in acciaio omologato. Lo schermo è montato su un telaio d'acciaio in modo da non poter essere spinto con forza nella cabina.
STONE Oggetti pesanti ad alta velocità (EN 15152-2), un test in cui un proiettile di alluminio da 1 kg, viene spinto contro lo schermo ad una velocità di 450 km/h e con un angolo di 90 gradi. L'equivalente di un grande masso spinto ad alta velocità.


Scandinavian Stone
L’azienda è una fusione delle due società Svimpex Granit ed Emmaboda Granit ed estrae diversi tipi di pietra naturale dal 1933. Scandinavian Stone fa parte del gruppo Naturstenskompaniet International, che gestisce 15 cave tra Svezia e Norvegia. Il sito di Vånga, dove lavora Jörgen Stjernkvist, è costituita da un ricco giacimento di granito.



 

 

 

 

 


Altri contenuti simili

MATERIALI

Tutto è iniziato in una piccola comunità nel sud della Svezia. Ora Hammerglass è un’azienda in crescita a livello globale...