La cessazione della qualità di rifiuto dei rifiuti da Costruzione e Demolizione: il Decreto End of waste

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana  il tanto atteso,  e discusso,  "Regolamento che disciplina la cessazione della qualità di rifiuto dei rifiuti da Costruzione e Demolizione [...]", così detto "Decreto End of Waste".
Il decreto negli auspici di tutti gli operatori del settore avrebbe dovuto definire le condizioni certe al verificarsi delle quali un rifiuto, dopo il trattamento, cessa di essere tale ed inizia a vivere una "nuova vita" come prodotto e quindi assicurare quel contesto normativo di certezza delle regole tanto atteso da un settore in continua evoluzione.
In realtà il Decreto pone dei limiti così stringenti all'utilizzo dei materiali riciclati che rischia di diventare un fattore di freno invece che di sviluppo e pertanto l'Associazione in questo momento è impegnata, insieme ad altri e con il supporto tecnico del proprio gruppo di lavoro "Materiali riciclati", su diversi fronti per evidenziare le criticità contenute nel testo e per promuovere da subito una rilettura critica e, in prospettiva, una modifica della disciplina che sia più attenta alle reali condizioni e necessità del settore edilizio. è in valutazione anche, con l'ausilio dei legali di ANEPLA, la possibilità di presentare ricorso verso il provvedimento.


Altri contenuti simili

COLLABORAZIONI

Il tema dell’energia sta diventando sempre più importante per il settore estrattivo, sia sotto il profilo del controllo dei costi...