Nella città eterna

Il dealer Scania SACAR raggiunge una pietra miliare della sua storia con l'inaugurazione a Fiumicino di una nuova sede che andrà ad incrementare i punti di vendita e assistenza nel Lazio, già attivi a Latina e Frosinone


Si rafforza la presenza del Grifone nella città eterna, grazie all'apertura della nuova sede di SACAR, dealer Scania dal 1976. Un sogno che si avvera dopo dieci anni, come commenta durante la cerimonia di inaugurazione PaoloEmilio Sardellitti, Presidente di SACAR:"La sede di Fiumicino rappresenta la concretizzazione di un sogno durato anni e una nuova partenza, frutto di una lunga progettazione e di un arduo lavoro".

Il risultato di questo duro lavoro si riscontra nell'estrema cura dei dettagli. Nulla in questi 1800 metri quadri di struttura sono stati lasciati al caso: a partire dalle pareti tinte della sfumatura di rosso tipica della zona, il cosiddetto "rosso Roma", che fanno sì che l'edificio si inserisca armoniosamente nel contesto urbano, passando per la scelta della posizione stessa, fino alla progettazione degli spazi dell'officina, cuore pulsante della nuova sede, e al sostentamento energetico. "Tutto è stato calcolato e disegnato su misura al fine di soddisfare le esigenze di tecnici e clienti", dichiara Sardellitti.

SACAR, nome nato dall'unione dei cognomi dei due soci fondatori Romeo Sardellitti e Giovanni Carloni, ha una lunga storia imprenditoriale alle spalle, che lo stesso PaoloEmilio Sardellitti definisce come un'alchimia: "Si tratta di un matrimonio che dura da 46 anni e attraversa ben tre generazioni. La nostra storia è legata a doppio filo con quella Scania, presente da anni nel nostro territorio."

A riprova del forte legame tra le due realtà all'evento ha partecipato il top management di Scania Group rappresentato dal President and CEO Christian Levin e dall'Executive Vice President Sales and Marketing Stefano Fedel. "Sacar è parte della grande famiglia Scania da anni. Quello di Fiumicino è un investimento coraggioso che ci proietta verso il futuro", commenta Levin.

E proprio il futuro, in particolare la necessità di ripensare il futuro del trasporto, è stato il leitmotiv della conferenza stampa che si è tenuta presso la sede di Fiumicino. "Il mondo cambia rapidamente e anche noi dobbiamo essere in grado di rispondere alla sempre crescente richiesta di digitalizzazione e riduzione delle emissioni di CO2 per contrastare il cambiamento climatico. Scania è pronta a mettersi alla guida del cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile", aggiunge Levin.

Scania è stato uno dei primi costruttori ad aderire all'iniziativa Science Based Targets, con l'obiettivo di ridurre, entro il 2025, del 50% le emissioni che derivano dalle loro operazioni dirette e del 20% le emissioni derivanti dai loro prodotti. Un percorso che porterà all'abbandono dell'utilizzo di combustibili fossili entro il 2050.

"È un piacere entrare in una concessionaria che ha accettato la nostra sfida. Scania sta investendo moltissimo in ricerca e sviluppo per essere in grado di proporre l'elettrico come alternativa rispetto ai combustibili fossili nel maggior numero di applicazioni possibili", dichiara Daniel Dusatti, Direttore Vendite Veicoli Italscania.

Scania ha deciso di adottare un approccio olistico verso la sostenibilità, con la convinzione che non esista un'unica soluzione per la lotta al cambiamento climatico. Infatti oltre all'elettrificazione dei veicoli, l'offerta del Grifone viene completata dalle soluzioni che prevedono l'utilizzo di carburanti privi di combustibili fossili come il biometano e il biodiesel che svolgono un ruolo importante per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2.

Consapevole che quello verso la sostenibilità è un percorso che coinvolge più attori, in cui ognuno dovrà fare la propria parte. Scania si fa portavoce delle esigenze dei propri clienti lanciando un appello alle istituzioni affinché vengano date risposte concrete alle criticità del momento: dalla necessità di un'adeguata infrastruttura di ricarica, alla richiesta incentivi per agevolare la transizione verso l'elettrico e alla garanzia di energia elettrica "green", derivante da fonti rinnovabili.


Sempre al fianco dei clienti: prodotti di eccellenza ma anche servizi

SACAR si caratterizza per essere un'azienda estremamente specializzata ed efficiente. Nel corso del 2021, quaranta tecnici specializzati hanno soddisfatto 8.700 richieste di assistenza a veicoli in officina, garantendo uptime e servizi su misura per ogni cliente. Tutte le attività svolte presso le sedi SACAR, vengono realizzate secondo alti livelli di qualità e in modo standardizzato al fine di poter garantire la stessa esperienza, indipendentemente da dove il cliente si interfacci. Lo Standard Operativo Scania stabilisce, infatti, i criteri su ciò che ci si aspetta dal dealer al momento della fornitura di servizi, ovunque il cliente si trovi. SACAR dunque, in virtù di questi principi, è in grado di soddisfare, se non addirittura superare, le aspettative del cliente.

"La rete di vendita e assistenza Scania è un punto di forza fondamentale per poter assicurare ai nostri clienti un elevato livello di qualità dei servizi offerti", dichiara Andrea Carolli, Direttore Rete di Italscania. "Le persone sono parte integrante del nostro successo, e infatti, fattori come la formazione e le competenze sono per noi imprescindibili, conclude Carolli.

La visione di Scania si concretizza quindi anche grazie ai propri partner, che lavorano in prima linea per rendere il mondo dei trasporti più sostenibile, efficiente e vicino ai clienti."Siamo fieri di aver intrapreso questo viaggio con SACAR, una realtà che punta all'eccellenza e che, come Scania, è devota ai clienti e all'efficienza, sia in termini ambientali che operativi", dichiara Enrique Enrich, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania. "Grazie all'ambizione e alla determinazione della squadra di SACAR oggi tutta la nostra rete festeggia questo importante e strategico nuovo punto di contatto con i nostri clienti", conclude Enrich.


Scania Super: un futuro migliore dell'8%
Il settore dei trasporti è a un punto di svolta: i proprietari delle flotte non solo devono impegnarsi per ridurre le emissioni di gas serra, ma devono anche ottenere una sufficiente redditività. Per questo motivo, lo scorso anno, il costruttore svedese ha lanciato sul mercato Scania Super, la nuova gamma di autocarri che spinge l'efficienza dei motori a combustione ai massimi storici, con un'efficienza energetica del 50%.
Scania Super, non solo una nuova piattaforma motore, ma un'importante iniziativa volta a rafforzare la posizione leader di settore di Scania nel trasporto sostenibile.
Offrendo un risparmio di carburante senza pari e tempi di attività più alti che mai Scania Super ridefinisce lo standard per operazioni di trasporto efficienti, redditizie e sostenibili. Sviluppato da zero dagli ingegneri Scania, la nuova gamma di autocarri rappresenta il meglio del know-how svedese.
Un nuovo motore Scania Super da 13 litri come fulcro, continui miglioramenti delle prestazioni del cambio, differenziali in linea con la filosofia dei bassi regimi e il telaio ad architettura modulare: nasce così questa nuova catena cinematica in grado di offrire un risparmio in termini di carburante dell'8% rispetto ai modelli precedenti, distinguendosi inoltre per una maggior robustezza, tempi di attività senza pari e una vita utile dei componenti più lunga del 30%.
Scania Super è anche completamente compatibile con HVO, così come i carburanti biodiesel/FAME per le potenze da 460 e 500 CV. I motori a combustione interna che funzionano con combustibili rinnovabili giocano un ruolo chiave nella riduzione delle emissioni e possono fornire una soluzione immediata per soddisfare gli obiettivi climatici e ambientali.
Scania Super ha già convinto la stampa internazionale aggiudicandosi il prestigioso "Green Truck 2022", premio che lo consacra come il veicolo più efficiente, disponibile sul mercato, per il trasporto a lungo raggio.                    
 

 


Altri contenuti simili