A Day with DAF

Abbiamo provato per voi il nuovo DAF XF 480 FAW 8x4, un truck con gancio scarrabile e cassone di tipo construction. Un mezzo che si distingue per la comodità della cabina, una trazione superiore rispetto ad un normale 4 assi e per la straordinaria manovrabilità

Continuano le prove della Pure Excellence DAF. Questa volta partendo dall'officina Truck Service Srl DAF di San Giuliano Milanese (Milano) abbiamo percorso 190 km fino ad arrivare alla Cava Elmit S.r.l di Trecate per provare il nuovo DAF XF 480 FAW.
Come moderni Sal Paradise e Dean Moriarty, protagonisti del celebre romanzo "Sulla strada" di Jack Kerouac, abbiamo attraversato le risaie del Novarese in compagnia di Rob Smit, orgoglioso membro del Demo Team DAF dal 2016, che ci ha accompagnato in questo viaggio alla scoperta delle caratteristiche principali del veicolo.
Un gancio scarrabile adatto al trasporto dei rifiuti e dei materiali ferrosi ma con un container di tipo construction. Utilizzato in Nord Europa per il trasporto di pietrisco e ghiaia è stato presentato lo scorso anno in Olanda. Oggi questo truck 8x4 allestito con uno scarrabile Hiab Multilift Ultima arriva in Italia per dimostrare tutto il suo potenziale: ottimo controllo su strada e grande manovrabilità in cava.
Motore MX-13, 355 kW/483 CV euro VI, con telaio configurato a 4 assi; l'asse anteriore con sospensione balestrata a 3 lame, Tridem posteriore con secondo e terzo asse con doppio ponte gemellato a motore e quarto asse sterzante. L'ultimo assale nel caso in cui il camion viaggi scarico può essere sollevato evitando usura gomme e consumo carburante.


Comfort per l'operatore

Salendo sul truck non possiamo fare a meno di notare che la "Space Cab", dalla larghezza di 2490 mm, sospensioni pneumatiche con ammortizzatori integrati, è incredibilmente confortevole. Grazie al sedile Xtra Leather Air a schienale alto, con sospensioni pneumatiche, riscaldato e con ventilazione attiva, autista e passeggero sono in grado di viaggiare senza risentire delle anomalie del manto stradale. Anche il livello di rumorosità è basso. "Trascorrendo molte ore sul veicolo il comfort è essenziale per il driver" sottolinea Smit: "il layout della cabina è ideato per garantire al driver un comfort completo; i comandi sono posizionati in ordine logico in modo da non distrarre l'autista che può tenere sempre gli occhi sulla strada." Un occhio di riguardo alla sicurezza studiato nei minimi dettagli dal costruttore Olandese. Ad esempio i fari LED con lente antiurto in Lexan, esenti da manutenzione e a risparmio energetico, garantiscono la massima visibilità di notte. Il sistema di avvertimento abbandono corsia previene eventuali cambi accidentali di corsia dovuti a distrazione o colpi di sonno. "Questo rende la guida rilassante ma al tempo stesso molto sicura. È in realtà il concept con cui è stato progettato, l'insieme delle specifiche tecniche e le caratteristiche presenti, a rendere questo truck il massimo per un autista", conclude Smit.


Sistema controllo predittivo
Inizia la prova su strada; il sistema Predictive cruise control (PCC) permette su strade extra-urbane e autostrade con l'ausilio del gps di anticipare le imminenti modifiche relative alla pendenza e, in base alle indicazioni sul traffico, la velocità ideale di cruise. Il Predictive Cruise Control consente di risparmiare carburante perché in grado di anticipare la strada che si sta per affrontare intervenendo in diversi modi: escludendo l'impostazione del valore della velocità di crociera, modificando la stretegia dei cambi marcia del cambio Traxon o attivando l'EcoRoll (che viene attivato in automatico da PCC per risparmiare ulteriore carburante).
La strategia di cambio marcia predittivo TraXon, 12 marce, innesta la marcia superiore quando l'accelerazione alla marcia successiva è sufficiente a raggiungere il punto più alto di eventuali salite e al contrario inibisce il passaggio alla marcia inferiore non necessario poco prima di arrivare al punto più alto della salita, anticipando il passaggio alla marcia superiore nella discesa.
Mentre il Driver Performance Assistant (DPA) aiuta Smit a ottimizzare i costi seguendo il giusto stile di guida grazie alle informazioni che vengono visualizzate sul display TFT a colori da 5 pollici presente nel quadro strumenti. Nelle normali applicazioni a lunga percorrenza, il risparmio è del 15% mentre sulle strade collinari si arriva a risparmiare il 4%.


Impianto frenante

Su strada abbiamo la possibilità di verificare il doppio sistema frenante combinato, ideato e ideale per le applicazioni di trasporto pesante. Il FAW sul quale viaggiamo infatti monta sia l'MX Engine Brake che il freno di rallentamento integrato idrodinamico ZF Intarder. L'MX Engine Brake è un freno a compressione ad azionamento idraulico abbinato a una valvola a farfalla nel sistema di scarico. Funziona indipendentemente dalla velocità del veicolo e dalla temperatura del motore e aggiunge solo 15 kg di peso senza impattare sul consumo di carburante. Il freno motore si rivela essenziale per le discese a bassa velocità, per avere un'idea delle prestazioni il valore massimo della forza frenante con un motore MX-11 è di 340 kW mentre con un motore MX-13 di 360 kW.
La combinazione con il freno di rallentamento integrato ZF assicura elevate prestazioni di frenata continua nella gamma di velocità elevata (superiore ai 50 km/h).
"Il potente freno motore MX funziona insieme ad un Intarder, di conseguenza non è necessario utilizzare il freno di servizio in discesa o in frenata (in fase di arresto si utilizza il freno di stazionamento) il che favorisce il comfort di guida e previene l'usura supplementare dei freni" conferma Smit.
I freni dei veicoli commerciali pesanti devono resistere ad un uso intensivo, trovandosi ad affrontare percorsi con discese ripide, strade secondarie con curve e traffico. Questa combinazione tra freno primario e secondario garantisce frenate sicure e riduce l'usura delle pastiglie dei freni. Nella modalità di controllo della coppia è possibile selezionare tre differenti livelli di coppia di frenatura agendo sulla manopola posta sul piantone dello sterzo lato destro.


Manovrabilità

Arrivati alla cava Elmit S.r.l notiamo subito l'altro punto di forza del XF 480 FAW ovvero la manovrabilità. L'XF 480 avendo i ponti motore avanzati ha un raggio di sterzata molto più ridotto rispetto ad un normale quattro assi, da un 19-20 metri di diametro di svolta si arriva a un 15 metri. Questa caratteristica unita al doppio ponte gemellato a motore, dá al camion una trazione superiore rispetto ad un 4 assi con un solo assale motore e lo rendono particolarmente performante per operare all'interno di cave e discariche. L'XF 480 FAW che abbiamo provato monta pneumatici Goodyear, una garanzia in termini di affidabilità e aderenza anche su terreni fangosi.
Mettiamo anche alla prova il nuovo sistema sterzatura del quarto asse. Un sistema più razionale e semplice, progettato introducendo innovazioni radicali che garantiscono maggior controllo, sicurezza e produttività e consente di guadagnare portata perché molto più leggero.
Il sistema scarrabile Multilift Ultima, con cui è allestito il veicolo, è semplice da attivare dalla cabina grazie al display touchscreen da 7 pollici, il FutureTouch Display, da cui si accede alle indicazioni sulla diagnostica, indicatore di carico e alle informazioni sul peso. Con una sola leva è possibile controllare tutte le operazioni di incarramento e scarramento.
Da dicembre, l'XF FAW 840 sarà disponibile anche con i più recenti AEBS3 (Advanced Emergency Breaking System).
Si conclude la nostra giornata sul DAF XF 480 FAW. Un veicolo che si dimostra confortevole e sicuro per il driver, con una trazione superiore rispetto a quella di un quattro assi con un solo assale motore, e un raggio di sterzata ridotto. Performante sia su strada che nelle operazioni in cava. Tutto questo rende l'XF 480 FAW un altro esempio della "Pure Excellence" DAF.

 

 

 

 

 

 

.