Interconnessione: la chiave per il futuro

Fassa Srl ha scelto Q-Portal, il software gestione fabbrica di Ma-estro, che permette di interconnettere più impianti di varia natura in un unico sistema


L'importanza dei dati e il valore dell'informazione sono da sempre fondamentali nella storia dell'uomo, infatti già nell'antica Grecia il filosofo Aristotele affermava: "il segreto del successo è sapere qualcosa che nessun altro conosce". Al giorno d'oggi è davvero essenziale avere la visione e la cognizione precisa della propria azienda, poiché il mercato è sempre più incerto e la concorrenza molto agguerrita.

Un'azienda che ha saputo far tesoro di questi principi è Fassa Srl, impresa storica Italiana leader nel settore dei prodotti per l'edilizia. La prima attestazione di un membro della famiglia dedito alla lavorazione della calce, risale a un estimo del 1710. Una tradizione antica in cui l'azienda ha le proprie radici e che, di generazione in generazione, ha saputo rinnovarsi fino a raggiungere gli attuali vertici qualitativi in termini di ricerca, innovazione, tecnologia e attenzione all'ambiente.

La calce rappresenta la componente base di qualsiasi opera edilizia e Fassa Bortolo la impiega come elemento fondamentale in tutte le soluzioni: per questo il marchio è diventato sinonimo dell'azienda che per prima ha introdotto e divulgato, in Italia e poi oltre i confini nazionali, gli intonaci premiscelati, idonei a ogni tipo di intervento.

L'azienda ha sempre avuto l'esigenza di monitorare a portata di mano (o meglio, di click) tutte le informazioni della propria realtà produttiva e così si è affidata ad un partner di fiducia esperto nel settore: Ma-estro SRL.

Tutti oramai nel settore conoscono Ma-estro e la storia di Giorgio Manara: imprenditore del settore (proprietario di una cava) che ha saputo coniugare la passione per il suo lavoro insieme a quella per la tecnologia, al fine di offrire ad altri imprenditori di settore come lui, un sistema in grado di monitorare e ottimizzare i processi nel mondo delle cave. Ma-estro da quasi 20 anni è verticalizzato nel settore degli impianti di frantumazione e fornisce un know-how notevole oltre che degli strumenti (hardware e software) nati dalla cava per la cava.

Il primo impianto di produzione in ambito estrattivo di Fassa gestito con tecnologia Ma-estro è stato quello di Paitone in provincia di Brescia. Tale sito è stato il banco di prova che ha permesso successivamente di comprendere la potenzialità dell'intero sistema e ha permesso di sviluppare ulteriormente una miglior gestione dell'intera filiera produttiva. La soluzione implementata prevedeva l'applicazione di sensori che monitorano le performance dell'impianto e in un software che permetteva di interconnettere tutte queste informazioni.

L'Ing. Alberto Marzano, Direttore lavori delle attività estrattive di Fassa delle cave della Provincia di Brescia, parla con molto entusiasmo del sistema Ma-estro e afferma: "E' molto utile per noi avere tutte le informazioni del nostro impianto, o meglio, di tutti i nostri impianti all'interno di un unico portale! Infatti dopo l'impianto di Paitone abbiamo deciso di voler interconnettere anche gli altri impianti e le macchine operatrici in modo tale da poter avere una chiara visione di tutte le nostre realtà produttive. Il sistema Ma-estro ci permette di monitorare in tempo reale da qualsiasi dispositivo (smartphone, tablet o PC) una serie di dati molto importanti per la nostra operatività come ad esempio: produzione, tempi di lavoro a carico e a vuoto dei macchinari con relativa efficienza, consumi energetici e di carburante, livelli di materiale, velocità di alimentazione, allarmi ed eventi, geolocalizzazione, gestione manutenzioni e gestione commesse."

Questa tipologia di software è fondamentale non solo per poter verificare lo stato della produzione, ma anche per poter programmare le attività aziendali con un certo ordine, prosegue Marzano. Applicativi di questa tipologia ne esistono davvero moltissimi, tuttavia così flessibili e pensati per un'ottica di "cava" c'è solo il sistema di Ma-estro.
Ad oggi, diversi costruttori di impianti e macchinari offrono dei portali web, ma sono sistemi più o meno chiusi, legati al singolo brand. Q-Portal, il software gestione fabbrica di Ma-estro, è un sistema aperto che offre la possibilità di interconnettere più impianti di varia natura come fissi, mobili e macchine operatrici, sotto un unico sistema.

La dashboard è molto semplice ed intuitiva, pensata anche per chi non ha particolari competenze informatiche, così da poter essere utilizzata da chiunque. Ma-estro da sempre condivide con le altre aziende non solo l'esperienza nel settore, ma soprattutto vuole trasmettere una filosofia di lavoro, rivolta ad un approccio oggettivo, basato su numeri reali che consentono alle aziende di prendere delle decisioni strategiche mirate.

Le aziende negli ultimi anni stanno puntando ad avere dei sistemi sempre più integrati e interconnessi fra loro. Complice sicuramente anche la spinta fornita dallo stato italiano per l'industria 4.0, poiché in questi ultimi cinque anni praticamente qualsiasi impresa nazionale ne ha usufruito almeno una volta per rinnovare il proprio parco macchine o per innovare i propri processi produttivi.

E' importante saper cogliere il principio di industria 4.0 e non solo il mero incentivo, poiché quest'ultimo si focalizza solo su una visione a breve termine, mentre la mentalità del controllo e dell'ottimizzazione permette di guardare ad un orizzonte temporale più a lungo termine per poter impostare correttamente le proprie strategie d'impresa.

"Il sistema Ma-estro lo utilizziamo quotidianamente ed è come un cruscotto che ci permette in tempo reale di vedere tutte le informazioni di cui necessitiamo per gestire le nostre attività. E' inutile avere una marea di informazioni o dati che poi non si guardano nemmeno o non si sanno interpretare. Sarebbe deleterio! Possiamo sicuramente aumentare il livello di dettaglio delle informazioni grazie a Ma-estro, ma poi ci si addentrerebbe in una dimensione da cui sarebbe difficile uscirne. Io a fine giornata ricevo sempre un report via mail e così capisco subito quale sia stata la produzione giornaliera e se ci siano stati dei fermi duranti la giornata. Nel caso in cui ci fossero anomalie, poi possiamo esaminare il dettaglio e vedere di risolvere l'eventuale problema o valutiamo come migliorare il processo produttivo" conclude Marzano.
L'interconnessione di tutte le informazioni e i sistemi aziendali è la chiave per poter essere più competitivi e affrontare i rapidi mutamenti del mercato.

Le soluzioni implementate da Ma-estro presentano tutte le caratteristiche Industria 4.0, inoltre grazie al supporto e alla sinergia con Innova Finance, azienda specializzata nella finanza agevolata, insieme sono in grado di mantenere e documentare i requisiti obbligatori di legge come richiesto dalla circolare 9/E del 23 luglio 2021 che cita: "Da ultimo, appare anche opportuno ricordare, in via generale, che il rispetto delle 5 + 2/3 caratteristiche tecnologiche e del requisito dell'interconnessione, dovranno essere mantenute in essere per tutto il periodo di godimento dei benefici 4.0. Al riguardo, si precisa che, ai fini dei successivi controlli, dovrà essere cura dell'impresa beneficiaria documentare, attraverso un'adeguata e sistematica reportistica, il mantenimento, per tutto il periodo di fruizione dei benefici, delle caratteristiche e dei requisiti richiesti.". Pertanto è fondamentale dimostrare concretamente che il sistema sia stato utilizzato secondo i principi di industria 4.0.



IN FOTO da sinistra: Luigi Marcuzzi, Capo Cava di Fassa Srl; Alberto Marzano, Direttore lavori delle attività estrattive dell’azienda delle cave della provincia di Brescia; Riccardo Lenti, Responsabile Marketing di Ma-estro


Altri contenuti simili